Admin

Admin

La Sbroscia

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

La Sbroscia o acquacotta alla pescatora è un piatto che entra a pieno titolo nella tradizione dei pescatori di Marta, paese adagiato sulla sponda meridionale del lago di Bolsena dove la pesca è ancora fonte di guadagno per i circa 30 pescatori di professione ancora attivi presso la località “Borgo dei pescatori“.

In passato la Sbroscia si preparava direttamente sulla spiaggia, dopo che i pescatori erano tornati a riva con il pescato, e si utilizzava acqua attinta direttamente dal lago di Bolsena. In un recipiente di terracotta (pignatto) vengono messi i tranci di pesci di diversa specie (luccio, tinca, persico, lasca, anguilla etc.), e si aggiungono sale, olio, cipolla, aglio, peperoncino, mentuccia e, secondo le varianti, anche basilico, prezzemolo, pomodoro, patate, una cotenna di maiale. Si unisce poi l’acqua e si lascia bollire. A cottura ultimata si versa il tutto su fette di pane raffermo o abbrustolito sistemate in apposite scodelle.
Secondo la tradizione, la Sbroscia dovrebbe essere mangiata con le mani.

Intorno a fine giugno, inoltre, questa favolosa zuppa di pesce di lago viene festeggiata a Marta presso la località Borgo dei pescatori con la Sagra della Sbroscia, che richiama antichi sapori e tradizioni del lago di Bolsena.
Attualmente la Sagra della Sbroscia è sospesa e, per il momento, non più in programma.
Scopri gli altri piatti tipici di Marta e del lago di Bolsena.

Altri articoli

Palazzo-del-drago

Palazzo del Drago

Bolsena non è famosa solo come destinazione balneare, ma è anche uno dei più suggestivi e pittoreschi borghi del Lazio grazie al

Merletto

Bolsena capitale del ricamo

Al via la quarta edizione della biennale. Espositori da Irlanda, Danimarca, Olanda, Inghilterra e Stati Uniti BOLSENA – Siamo giunti all’inizio della

Uva

La Vendemmia

Il periodo di vendemmia varia tra luglio e ottobre (nell’emisfero boreale) e tra febbraio e aprile (nell’emisfero australe), e dipende da molti

Questo sito utilizza i  cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento. Per acconsentire clicca sul pulsante “Accetta”. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, vai alla  Cookie policy.